Palinodia

In questa storia, non c’è nulla di vero: tu non andasti mai sulle navi compatte, agli spalti di Troia tu non giungesti mai.

Lo spirito del tempo e il tempo dello spirito aprile 13, 2008

Filed under: Articoli — Tommaso Gardumi @ 9:39 pm
Tags: , , , , , , ,

In un nuovo tentativo di spiegarmi l’idea che, quasi per caso, ha dato il via a questo blog, ho pensato di scrivere qualche riga per esemplificare in che modo, il concetto di Palinodia si collega alla realtà di ogni giorno. In particolare, a quella che sta emergendo in questo periodo di cambiamento epocale.

Più che un concetto, la Palinodia può essere considerata un ottimo strumento, utile a porsi le giuste domande specialmente quando crediamo di avere già le risposte in tasca.

Esempio di risposta tascabile: ” La Cina è un Paese dove i diritti umani non sono rispettati come da noi…”

Palinodiamo: “…Infatti da noi le proteste anti cinesi sono state sedate a suon di manganelli e arresti.”

Giusta domanda: Cosa intendiamo per diritti umani, e quanti sono i Paesi dove questi vengono rispettati?

La risposta a questa domanda risulterà essere più utile di quella preconfezionata, che ha come unica conseguenza, in questo caso, di farci guardare la “pagliuzza nell’occhio a mandorla”, dimenticandoci della nostra bella “trave a vista”.

(more…)

 

Dopo il silenzio la riflessione: due o tre cose sul complottismo populista. aprile 8, 2008

Filed under: Articoli — catcherintheriot @ 4:14 pm
Tags: , , ,

È un po che non lavoro più al blog. Una pausa a tre mesi dalla decisione di dare forma e ordine alle informazioni che stanno trasformando il mondo.

In queste settimane di ascolto sono successe tante cose quanto le reazioni scatenate. La frenesia diffusa, che nei miei furori giovanili e “no global” ho criticato, sta mantenendo la promessa di mandare in fumo ogni convinzione sul futuro, il mio prima di tutto. Ma, nonostante la macchina sia prossima al collasso, il mio osservare è rimasto cinico, distaccato, retorico e un po forcaiolo.

Ho quindi sentito la necessità di tornare ad ascoltare ed ascoltarmi.

(more…)

 

Riflessione marzo 5, 2008

Filed under: Articoli — catcherintheriot @ 11:39 am
Tags: ,

In questi ultimi giorni la discussione, in rete, sulla disinformazione pilotata sta infiammando le tastiere di tanti di noi. Per noi intendo di tutte quelle persone che, dopo aver intuito che il bianconiglio ha una tana, hanno deciso di seguirlo, varcando così la soglia della propria percezione. Una tana assai profonda nella quale l’inoltrarsi provoca sensazioni violente e contrastanti. Una tana dentro la quale ogni cosa che sembra essere si rivela per quello che è: l’ inganno cui noi diamo corpo, il miraggio di un oasi alla quale ci siamo dissetati.

Tutti crediamo di essere immuni dalla propaganda e di essere liberi pensatori in grado di resistere al condizionamento. Penso a grillo e alla sua stessa inconsapevolezza, ai vari movimenti e collettivi, di sinistra come di destra, che non chiedono mai ai loro “vecchi” cosa sia realmente successo negli anni ’70 del secolo scorso. Ai miei genitori, che hanno creduto così fermamente nella libertà collettiva da non accorgersi di tutte le costrizioni che sopportano. A tutti quelli che, come me, non sanno che lavoro faranno fra sei mesi e credono sia “colpa” loro.

Penso e rifletto, e nel farlo sorrido, pensando al giorno in cui tutti, ma proprio tutti,  avremo il coraggio di essere liberi.

 

Palinodia di un flame febbraio 23, 2008

Filed under: Articoli — catcherintheriot @ 1:00 am
Tags: , , , , , , ,

@Beatice e allo staff di seicittadiniacena

Benchè io l’abbia fatto sappiate che la mia intenzione non era e non è quella di provocare un “flame” Spero quindi con questo mio piccolo “lavoro” di rimediare alla sgarbatezza.

Non credo che tu sia stipendiata direttamente del partito ma che, anche attraverso il precario stipendio che prendi, tu sia stata “trasformata” in una fanatica. Il senso di questa parola è forte quindi spero di riuscire a definirla nel migliore dei modi possibile:

“colui che acriticamente pone al di sopra di se una coscienza e ad essa rimanda la causa dei suoi gesti. Il fanatico pone al di sopra delle altre la sua opinione, in quanto frutto di ispirazione divina (o di chi ne fa le veci, in questo caso Veltroni ma vale anche per Silvio). Così facendo la separa da tutte le altre tramutandola in verità. Qualsiasi elemento contraddica la verità sarà quindi un inganno demoniaco atto a indebolire la sua fede. Come diceva Jung « Il fanatismo è un dubbio ipercompensato. ».

(more…)