Palinodia

In questa storia, non c’è nulla di vero: tu non andasti mai sulle navi compatte, agli spalti di Troia tu non giungesti mai.

Dopo il silenzio la riflessione: due o tre cose sul complottismo populista. aprile 8, 2008

Filed under: Articoli — catcherintheriot @ 4:14 pm
Tags: , , ,

È un po che non lavoro più al blog. Una pausa a tre mesi dalla decisione di dare forma e ordine alle informazioni che stanno trasformando il mondo.

In queste settimane di ascolto sono successe tante cose quanto le reazioni scatenate. La frenesia diffusa, che nei miei furori giovanili e “no global” ho criticato, sta mantenendo la promessa di mandare in fumo ogni convinzione sul futuro, il mio prima di tutto. Ma, nonostante la macchina sia prossima al collasso, il mio osservare è rimasto cinico, distaccato, retorico e un po forcaiolo.

Ho quindi sentito la necessità di tornare ad ascoltare ed ascoltarmi.

Sempre di più in rete come nelle strade cresce il sospetto che la discordanza fra ciò che viene raccontato e ciò che realmente accade è superiore alla propria immaginazione. Tremonti ha parlato apertamente, in tutti i salotti televisivi e nel proprio libro, di una “setta di fanatici illuminati” facendone il nodo cardine del proprio pensiero. Si dimentica di dire che lui fa parte della stessa “setta” ma non importa. Il punto è che, abituati come siamo a considerare la nostra realtà come logicamente ferrea, quando accettiamo un ipotesi ritenuta fantasiosa spesso riusciamo solo a traslare da fantasia a fantasia. Dicevo che in tanti cominciano a sospettare e questo non conduce ad indagine quanto a sentenza: “La colpa è tutta dei massoni!” oppure “La colpa è dei banchieri!” E le scie chimiche? Le case farmaceutiche? Microsoft merdaaaaaa!!!

Un po come negli anni ottanta\novanta del secolo scorso quando si diceva che “tutti i politici sono ladri” tranne quello che voto io, oggi sono tutti dei cospiratori intrallazzati, tranne il guru che seguo io.

Si sta diffondendo quello che Massimo Mazzucco ha giustamente chiamato complottismo qualunquista, una visione del mondo semplice e fatale, ancora una volta polarizzato, dove io sono i buoni e tutti gli altri sono, bene che vada, dei cretini. Una forma mentis che impedisce a chi la pratica di comprendere ciò che vede e che allontana chi “non vede” da ogni possibilità di approfondimento. È la critica che mi sento di fare, ad esempio, al video (e solo al video) dei fratelli Marcianò (dei quali ho profonda stima e rispetto e le cui ricerche ritengo fondamentali) sul tema scie chimiche in cui, in poco meno di dieci minuti, vengono sparate una serie di affermazioni molto pesanti. Non dico che quanto affermato non corrisponda a verità ma che, non motivando a sufficienza le proprie affermazioni, si genera paura in chi si approccia per la prima volta a certe tematiche, aprendo la porta ai vari disinformatori . Costoro infatti giocano il ruolo di tranquillizzatori sociali e fanno presa sullo spaesamento che un’ipotesi “complottista” provoca . Si autoproclamano esperti e in quanto tali riducono tutto a leggenda metropolitana. A domanda “qual’è lo scopo di questi complottisti” loro rispondono che “hanno l’unico intento di terrorizzare le persone”.

E questo purtroppo alle volte è vero. Comprendo infatti, da ex militante, il ruolo giocato dalla paura nel messaggio propagandistico, ma proprio perchè il mondo che voglio è altro da questo gli strumenti con perorare la mia causa sono voglio siano “altri”.

Chiedo quindi scusa a quanti, leggendo questo blog, abbiano percepito l’intento di spaventare, provocare allarme o mettere zizzania. Il percorso che porta alla consapevolezza è ostacolato dai nostri cattivi comportamenti, dalle nostre delusioni e frustrazioni quotidiane alle quali è difficile, anche se necessario, sottrarsi. Ancora una volta chiedo scusa, nella speranza che palinodia diventi uno spazio di informazione e riflessione onesto quanto nelle mie intenzioni.
A tutti una buona vita.

Annunci
 

2 Responses to “Dopo il silenzio la riflessione: due o tre cose sul complottismo populista.”

  1. valevitrea Says:

    credo che umiltà e onestà con se stessi siano le premesse fondamentali per ogni “costruzione”. credo che ci siano in questo blog

  2. Forletti Says:

    é stato un silenzio proficuo, anche per quanto riguarda la modifica del template.
    chissà che non sia il caso di rimboccarsi un po’ tutti le maniche, e aggiungere altri sapori e altri umori a questo bel blog.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...