Palinodia

In questa storia, non c’è nulla di vero: tu non andasti mai sulle navi compatte, agli spalti di Troia tu non giungesti mai.

Nucleare si, nucleare no. Nucleare bum! marzo 7, 2008

Filed under: Articoli — catcherintheriot @ 11:16 pm
Tags: , , , ,

Un po di giorni fa ho sentito qualcuno dire che il più grande successo di veltroni è stato quello di far credere alla gente che il pd è un partito di sinistra. La battuta fa sorridere ma coglie nel segno il processo attualmente in corso in italia e già avanzato in molte altre “democrazie” occidentali. Ricordate cosa ha detto Tony Blair alla “winter university” di confindustria? O Napolitano in occasione della festa delle forze armate?

Se non avete voglia di cliccare sui link vi faccio un breve riassunto: destra e sinistra non esistono più, sono vecchi. Bisogna aprirsi al nuovo che, inevitabilmente, avanza: la globalizzazione, il nuovo ordine mondiale, l’unico pensiero autorizzato a modellare l’esistente. E per chi non si adatta o non ne è in grado, saranno cazzi amari.

Il problema è che comunque vadano le cose ci aspettano tempi duri. Le risorse che la terra ci mette a disposizione sono evidentemente limitate (a meno che non si creda che la terra è un piano infinito) e con soli cento anni di sfruttamento intensivo stiamo consegnando alle generazioni future un pianeta quanto mai inospitale.
Molti, pur avendo consumato come nessuno prima e dopo di loro (cinquantenni mi leggete?), non ci pensano e preferiscono trastullarsi al gioco delle parti. Le regole sono semplici: una volta stabilita la polemica ci si dichiara “pro” o “contro” sostenendo la propria squadra, che in questo gioco si chiama partito (da “parte” appunto). Il gioco, per quanto vecchio riscuote ancora molto successo. Prendiamo ad esempio il nucleare, argomento caldo del veltrusconismo e motivo di appassionanti incontri dialettici. Questa tecnologia si basa sulla “combustione atomica” di un elemento, presente in natura, chiamato uranio che, come il petrolio, sta raggiungendo il picco di estrazione e che in sette anni, ha decuplicato il suo costo (da 5 dollari l’oncia del 2001 agli attuali 50). Considerando che per costruire una nuova centrale ci vogliono 10 anni, quanto sarà conveniente per una banca finanziare l’opera?

Semplicemente non lo sarà e quindi il nucleare, a scopo civile, non è nell’agenda reale di nessun banchiere e quindi di nessun politico. Ma allora perchè quasi tutti sembrano concordi sull’opinione, posta come fatto, che il nucleare ormai è “sicuro”?
Quando ho letto il lancio ansa in cui veltrusconi dichiara che:

”l’Italia deve impegnarsi sulle tecnologie di punta: che si tratti del ‘carbone pulito’, del metano, delle biomasse o dell’idrogeno e anche del nucleare di quarta generazione, ovvero quello a sicurezza intrinseca e con la risoluzione del problema delle scorie. E’ indispensabile essere presenti nelle partnership internazionali in questi campi”.

mi sono ricordato un servizio di rai news 24 che ho visto un pò di tempo fa e che potrebbe dare una risposta. Vi chiedo di guardarlo e di rifletterci, magari commentando questo articolo. Viviamo strani giorni e confrontarsi, oltre che informarsi, è sicuramente utile.

Annunci
 

12 Responses to “Nucleare si, nucleare no. Nucleare bum!”

  1. mimmo Says:

    non parte il video sono un 50nne

  2. cinquantenne, qui sembra fungere tutto, in ogni caso prova a vederlo direttamente da qui

  3. mimmo Says:

    DELLA SERIE “MEGLIO MI SENTO”.

  4. Gianni Says:

    UG (Uppaluri Gopala Krishnamurti) dice che la Natura stessa ha creato l’uomo come elemento distruttivo necessario al perenne gioco di distruzione e ricreazione che, volenti o nolenti, viene portato avanti nell’universo.
    Non faccio molta fatica a credere che sia veramente così.

  5. Io non credo che l’uomo sia un elemento distruttivo per “natura”. Abbiamo un grande potere che può essere usato per distruggere come per costruire. Possiamo uccidere la terra come fecondarla, sta a noi decidere. ma con così poca memoria e disciplina non riusciamo a prendere la consapevolezza necessaria al conseguimento delle scelte e questo a favore di chi conserva memoria e disciplina. Quando si è inneggiato alla globalizzazione persino noi cafoni ci siamo resi conto delle distruzioni che avrebbe comportato e mi risulta difficile pensare di essere stato più lungimirante di chi da secoli indirizza la storia.
    La fenice è un simbolo millenario del potere non a caso. La rinascita, come il rogo, sono processi collettivi ma gestiti da pochi conducono al mantenimento, se non quando all’aumento, del potere.
    È una partita aperta dove l’umanità gioca contro se stessa e io credo che l’unico modo per non “perdere” sia smettere di giocare.

  6. apolide Says:

    Sarà un olocausto
    Sarà presto, purtroppo
    noi lo vedremo
    un terzo degli uomini morirà

    ciao 😦

    Apo

  7. emiliano Says:

    pazzesco! io sono nella fase che non guardo tv nè leggo i giornali, qualcuno potrebbe obiettare che in questa fase si ha ben poco da dire e da proporre, sò solo che stò bene 🙂 forse è un ragionamento egoistico il mio ma se non iniziamo a stare bene con noi stessi, poi come và a finire?!

  8. …va a finire che il flusso emotivo diventa una valanga che travolge ogni cosa, persino i nostri affetti. È difficile non percepire la paura diffusa che serpeggia fra le persone ma sono sicuro che i nostri corpi sono in grado di emanare vibrazioni ancora più potenti e costruttive. grazie di curare te stesso, è il gesto più altruistico che si può compiere in questi stani giorni di marzo.

  9. apolide Says:

    E’ vero. Quello che dici mi ha fatto riflettere parecchio. In fondo il futuro non è ancora scritto, il futuro lo facciamo noi ogni giorno nel nostro piccolo.

    Ciao

    Apo

  10. Il nucleare potrà farci risparmiare petrolio, ma quanto costano questi impianti?
    Ne hanno già realizzati?
    Su Wikipedia leggo che sono impianti TEORICI e che probabilmente vedranno la luce non prima del 2030…
    VELTRONI, CASINI E TUTTI QUANTI: CHIUDETE QUEL CESSO DI BOCCA CHE AVETE

  11. USA cancro del mondo.
    L’unica nazione ad aver usato le bombe atomiche!
    Quanti danni in Italia e nel mondo coi loro bombardamenti da non scordare!

  12. Forletti Says:

    @Daniele
    L’unica nazione ad averle usate dichiaratamente contro degli esseri umani.
    Aggiungici Russia, Regno Unito, Francia, Cina, India, Israele, Sudafrica, Taiwan, Pakistan e Corea del Nord che hanno “solamente” condotto test atomici in atmosfera, terrestri, sottomarini e sotterranei.
    maggiori informazioni


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...